Eventi Piazzette in Musica 2016 - Luogo Arte

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Rassegne Concertistiche > Piazzette in Musica
giovedì 14 LUGLIO – ORE 21.00 – PIAZZA SANTA MARIA DELLA VALLE

GRAN CONCERTO D’APERTURA: EVENTO SPECIALE
LA VIOLINISTA GIULIA BUCCARELLA INTERPRETA
LE QUATTRO STAGIONI DI VIVALDI

programma
Niccolò Piccinni (1728-1800)
Divertimento in re maggiore per Archi (Allegro – Andantino – Allegro vivace)

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Le Quattro Stagioni: “Il cimento dell’armonia e dell’invenzione” Opera 8
Primavera in Mi maggiore Op. 8 No. 1, RV 269 (Allegro – Largo – Allegro)
Estate in Sol minore Op. 8 No. 2, RV 315 (Allegro non molto/Allegro – Adagio presto – Presto)
Autunno in Fa maggiore Op. 8 No. 3, RV 293 (Allegro – Adagio molto – Allegro)
Inverno in Fa minore Op. 8 No. 4, RV 297 (Allegro non molto– Largo – Allegro)

VIOLINO SOLISTA Giulia Buccarella
VIOLINI: Flavia Di Tomasso*, Vincenzo Tedesco, Margherita Musto, Cecilia Iacomini
VIOLA: Lorenzo Sbaraglia
VIOLONCELLO: Emilia Slugocka
CONTRABBASSO: Piepaolo Mastroleo
CLAVICEMBALO: Barbara Di Mario

curriculum

Giulia Buccarella è nata a Bari nel 1970 in una famiglia di musicisti concertisti del famoso complesso I MUSICI DI ROMA, figlia di Cama Buccarella professore di armonia e analisi musicale al Conservatorio di Bari; nel 1977, all'età di 7 anni, vince il Concorso Nazionale di Pescara; nel 1979, a 9 anni, vince il Concorso Nazionale indetto dalla RAI come giovane talento italiano. Nello stesso anno viene invitata a Roma al Teatro dell'Opera come giovane violinista prodigio per ritirare il Premio David di Donatello per il famoso compositore italiano Nino Rota. A 11 anni vince il Concorso Nazionale di Vittorio Veneto. A 11 anni suona come solista il concerto per violino e orchestra di Mendelsshon a Bari con l'orchestra della Provincia. Si diploma a 16 anni presso il Conservatorio di Musica Santa Cecilia di Roma con il massimo dei voti e la Lode sotto la guida dello zio Claudio Buccarella violinista de i Musici di Roma. Nel 1988 vince il Secondo Premio al Concorso Internazionale di Violino Valentino Bucchi di Roma.Nel 1989 vince il Primo Premio al Concorso Internazionale di musica da camera di Trieste; a soli 18 anni vince il terzo Premio al Concorso Internazionale di Musica da Camera di Monfalcone (Duino) e Secondo Premio al Concorso Internazionale Premio Rodolfo Lipizer. Nel 1990 Primo Premio ex-aequo al Concorso Nazionale di musica da camera Pergolesi a Napoli. Fra i suoi Maestri: Salvatore Accardo alla Scuola Internazionale di musica W. Stauffer di Cremona, Franco Gulli presso l'Università' Bloomington dell'Indiana (America). Boris Belkin all’Accademia Chigiana di Siena per 5 anni, vincendo ogni anno il Diploma di Merito; il Trio di Trieste a Duino per 4 anni consecutivi. È Docente di Violino al Conservatorio dall'età di 18 anni appena compiuti ed è vincitrice del Concorso Ministeriale, attualmente e' Docente presso il Conservatorio di Musica di Bari. Ha al suo attivo una carriera da solista e duo da camera con un vasto repertorio esibendosi per le più' importanti Associazioni Musicali con un grande numero di Concerti ogni anno; ha suonato come Solista con l'orchestra Sinfonica di Bloomington, con l'Orchestra Sinfonica giovanile Europea del Belgio, con l'orchestra in Turchia di Ankara e Istanbul, con l'orchestra tedesca Sinfonica Musikfreude di Göttingen (Germania). Suona un bellissimo violino contemporaneo di Claire Chaubard oltre ad un Jacob Stainer del 1659 e un prestigioso archetto Jacques Poullot. Giulia è dal 2013 Direttore Artistico dell'Associazione Musicale Concertistica STAINER che ha sede a Bari, con la quale organizza concerti all'Estero, i prossimi sono in Francia e Svizzera. Giulia Buccarella partecipa regolarmente come ospite e Solista in diversi FESTIVAL di Musica ed è chiamata regolarmente come Giurato in Concorsi Internazionali. Giulia e' ufficialmente rappresentata dal Manager Jack Price, Direttore dell'Agenzia di management Price Rubin & Partners (USA).

LUOGO ARTE ENSEMBLE
http://www.luogoarte.it/luogoarteensemble.html
Orchestra da camera professionale. Il repertorio spazia dal Settecento alla Musica Contemporanea.
LUOGO ARTE ENSEMBLE è un gruppo di valenti strumentisti che si dedica, in particolare, alla ricerca e alla divulgazione del repertorio strumentale nato e sviluppatosi in Italia. L’Ensemble, nelle sue diverse formazioni, propone un viaggio suggestivo attraverso trecento anni di straordinaria fioritura musicale. I brani sono scelti fra i capolavori conosciuti accanto a gemme inedite di grande bellezza.
Il Luogo Arte Ensemble dispone di un bellissimo clavicembalo stile fiammingo marca Petroselli.



giovedì 21 LUGLIO – ORE 21.00 – PIAZZETTA DI SAN PIETRO

ANTHEA STRING TRIO INTERPRETA
I TRE GRANDI AUTORI DELLA MUSICA CLASSICA

programma
J.S. Bach (1685-1750), Preludio e Fuga in re minore per Trio d’Archi K. 404
(Preludio dalla Sonata per Organo n. 3 S. 527, Fuga da ”L’Arte della Fuga” contrappunto 8 S. 1080)

W. A. Mozart (1756-1791), Divertimento No. 3 for Violin, Viola and Cello k. 439b
(Allegro, Larghetto, Minuetto, Adagio, Rondo)

L. van Beethoven (1770-1827), String Trio in c-moll, op. 9 N. 3
(Allegro con spirito, Adagio con espressione, Scherzo, Finale)


Violino, Flavia Di Tomasso
Viola, Lorenzo Sbaraglia
Violoncello, Paolo Andriotti


curriculum

L’Anthea String Trio è nato nell’ottobre del 2007. Da allora i suoi musicisti si sono misurati con un repertorio eterogeneo, che spazia dai grandi classici alla musica contemporanea, curando il perfezionamento musicale con Pier Narciso Masi presso l’Accademia Musicale di Firenze. Il Trio vanta nel proprio repertorio la dedica di composizioni originali, ricordiamo tra gli altri “Saelwarpt the Magician” di Claudio Perugini, ed è stato invitato in importanti rassegne concertistiche proponendo con successo prime esecuzioni assolute. Ha ricevuto inoltre numerosi riconoscimenti tra i quali il primo premio al concorso Flegreo di Napoli. Nel novembre 2008 ha partecipato al progetto della UCODEP per la Palestina, finanziato dalla Comunità Europea svolgendo un tour che li ha visti coinvolti nella città di Ramallah e nelle zone limitrofe.
giovedì 28 LUGLIO – ORE 21.00 – PIAZZETTA DI VIA BAGNANI

DUO RAPONI & NOSTRO
Flauto, Francesca Raponi - Chitarra, Luca Nostro



Il duo nasce dall'incontro a Roma nel 2015 grazie alla formazione dell’Orchestra Notturna Clandestina. Musicisti provenienti da formazioni ed esperienze diverse, decidono di rompere il formalismo dei teatri portando la musica classica negli spazi occupati. Libertà dell’accademia, notturna e clandestina ricuce il legame tra musica e vita reale, ridando cittadinanza a i suoni spesso inaccessibili. La passione e professionalità che accomuna questi due musicisti poliglotti, ha scaturito in loro il forte desiderio di portare al grande pubblico anche le possibilità espressive, timbriche e musicali del duo flauto e chitarra. Il repertorio del Duo spazia dalle composizioni barocche fino a quelle contemporanee in cui il fascino evocativo del suono, così perfettamente incarnato dal flauto e dalla chitarra, ha ispirato alcuni tra i più celebri compositori del Novecento.

     
DOMENICA 31 LUGLIO – ORE 11.00
LOCALITÀ “LE VEDUTE”: MONTE LIVATA, SUBIACO


EVENOS QUARTET
OMAGGIO ALLA MONTAGNA

UN’ESPLOSIONE DI SUONI PER OMAGGIARE GLI SPLENDIDI SCENARI DI MONTE LIVATA GRAZIE ALLA DIROMPENTE ENERGIA E BRAVURA DEI QUATTRO CLARINETTISTI

Clarinetti in SI bemolle: Gabriele Coggi, Selene Malizia, Adriano Fabio Testa
Clarinetto basso: Michele Carere

L’ensemble partecipa a numerosi corsi di perfezionamento nel campo della Musica da Camera fra cui il Corso Annuale di Perfezionamento tenuto dal M° Antonio Fraioli, e le masterclasses tenute dai Maestri Paolo Beltramini e Jaren Hinckley. Dopo solo pochi mesi di attività è vincitore di diversi concorsi musicali: Trofeo Città di Greci (AV), Mirabello Sannitico (CB), concorso internazionale Città di Paola (Cs) ed è stato selezionato per le finali del trofeo TIM che si svolgerà in agosto 2016 a Torino. Per l’ensemble sono state dedicate e trascritte diverse composizioni musicali. Svolge una intensa attività concertistica in Italia presentando musiche originali per quartetto di clarinetti e trascrizioni, per un repertorio che vede musica classica, klezmer, jazz e musica contemporanea.


     
mercoledì 3 AGOSTO – ORE 21.00 – PIAZZETTA DI PIETRA SPRECATA

LA VOCE ITALIANA: ARIE PER SOPRANO

LAURA DI MARZO (SOPRANO) E ANTONELLA MOLES (CLAVICEMBALO) INTERPRETANO LE OPERE DI STRADELLA, PALESTRINA E CIMAROSA

Soprano, Laura Di Marzo
Clavicembalo, Antonella Moles

curriculum

LAURA DI MARZO
Soprano, nata a Catania, consegue il diploma di canto lirico presso il Conservatorio "A. Corelli" di Messina con il M° Antonio Bevacqua nel 1996 e il diploma accademico di II livello in Discipline Musicali con indirizzo interpretativo-compositivo in Canto presso il Conservatorio "O. Respighi" di Latina con il M° Annamaria Balboni. Ha frequentato il Corso di Alta Formazione in Vocologia Artistica presso l'Università degli Studi di Bologna "Alma Mater Studiorum" con il prof. Franco Fussi e la prof.ssa Silvia Magnani. Si è perfezionata presso l'accademia internazionale "Spazio Musica" per cantanti e pianisti accompagnatori in tecnica ed interpretazione vocale del repertorio operistico con il M° Gabriella Ravazzi. Esordisce nel 1998 debuttando il ruolo di Ciesca in "Gianni Schicchi" di G. Puccini al Teatro Mancinelli di Orvieto; nel 1999 interpreta il ruolo di Carmela in "Mese Mariano" di U. Giordano con la regia di Stefano Vizioli. Interpreta inoltre i ruoli di Santuzza in "Cavalleria  rusticana" di P. Mascagni, regia di Massimo Scaglione; Donna Elvira in "Don Giovanni" di W.A. Mozart, regia di Beppe De Tomasi; Lola in "Cavalleria rusticana" di P. Mascagni, nel Teatro di Viterbo, direttore di orchestra M° Sergio Magli; Frasquita in "Carmen" di G. Bizet, nel Teatro D'Annunzio di Latina; Amelia in "Un ballo in maschera" di G. Verdi; Fiordiligi in "Così fan tutte" di W.A. Mozart, regia di Paolo Miccichè. Si esibisce in ensemble vocali e/o strumentali in varie città d'Italia eseguendo musiche del repertorio cameristico-vocale fra cui le "Folk Songs" di L. Berio, le "Siete canciones populares españolas" di M. De Falla e di altri autori quali: Frescobaldi, Vivaldi, Dowland, Berlioz, Schubert, Schumann, Strauss, Fauré, Čajkovskij, Rachmaninov, Rodrigo, Ginastera, Castelnuovo-Tedesco, Respighi, Tosti, Ghedini, Gershwin, Weill, Villa-Lobos, Piazzolla, Cordero, Petrassi, Sciarrino. Si aggiudica numerosi premi quali: il "Premio Speciale Napoleone Annovazzi Voce Verdiana" nel 2005; il "Premio per migliore interprete dell'800 italiano" nel 2005; il Premio speciale "Giacomo Puccini" come migliore voce puccinana nel 2008; il Premio alla Creatività Femminile "Pavoncella" per la Creatività Musicale nel 2013.


ANTONELLA MOLES
Napoletana, si è diplomata in pianoforte con Laura De Fusco presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e in clavicembalo con Paola Bernardi al Santa Cecilia di Roma.
Ha seguito corsi di perfezionamento di Organo rinascimentale e barocco su gli strumenti storici di Brescia, Arezzo, Siena e Venezia con Christopher Stembridge. Corsi di Clavicembalo con Bob van Asperen, Gordon Murray, Kenneth Gilbert (Accademia Chigiana). Ha collaborato come pianista e clavicembalista con varie istituzioni musicali fra cui: Biennale di Venezia, Università per Stranieri di Perugia, Teatro dell'Opera di Roma, Centrum voor Steinepedagogie di Anversa, Kay Won Arts School di Seoul, RAI 3. CD - Concerto di Schnittke.
Per alcuni anni è stata ricercatrice e bibliotecaria dell'Istituto di Ricerca per il Teatro Musicale di Roma. Attualmente è docente a Benevento di Clavicembalo. E' organista della Chiesa di Santa Barbara de' Librari, in Roma, dove c'è un prezioso strumento storico di primo Seicento (con ottava corta, e diapason a 398Hz) di scuola napoletana.
     
DOMENICA 7 AGOSTO – ORE 11.00
LOCALITÀ “LE VEDUTE”: MONTE LIVATA, SUBIACO


FISARMONICA ASSOLO
SENTIRE LA MONTAGNA

LE SUGGESTIONI DELLA NATURA E L’ESPLORAZIONE DEGLI EFFETTI CHE PRODUCE SULL’ANIMO UMANO ATTRAVERSO L’ARTE DELL’IMPROVVISAZIONE DI GIANLUCA CASADEI



GIANLUCA CASADEI
Diplomato in fisarmonica classica con Patrizia Angeloni al Conservatorio di Latina “O. Respighi” ed in Musica Jazz con Renzo Ruggieri all'I.M.P “G. Braga” di Teramo, ha seguito diverse master class e seminari tra cui quelle con Stefan Hussong, Hans Maier, Fabio Rossato e Antonello Salis. Ha collaborato con Ascanio Celestini, Marco Paolini, Cliff Korman Ensemble, Tinto Penaflor, Paolo Vivaldi, Giuliano Sangiorgi (Negramaro), Alessandro Mannarino, Carlo Ambrosio, Giuseppe Spedino Moffa, Musica da Ripostiglio, Sinenomine, Orchestra Sinfonica del Teatro di Russe, Lorenzo Monguzzi, Corimè, Tango Libre, OltreTango, Roma Orquesta Tango, Tarantula Rubra Ensemble, Gabin Dabirè, Nuove Tribù Zulu, Ottaedro, Dreidel, BalTabaren. Ha partecipato alla registrazione di diversi cd, tra i quali: Jesce Fore (Tarantula Rubra Ensemble, 2007), Parole Sante (Ascanio Celestini, RadioFandango, 2007, anche coautore e collaborazione agli arrangiamenti - Premio Ciampi 2007 per miglior opera prima, secondo classificato al Premio Tenco 2008 per la stessa categoria), Eyn tsvey…dreidel (Dreidel, Struwwelpeter, 2007, vincitore del Premio Opera Imaie 2009). Lavora abitualmente, come turnista, alla registrazione di musiche di scena e colonne sonore per Teatro, Cinema e Televisione. Ha scritto musiche per spettacoli e performance teatrali, fra queste: La storia incantata (spettacolo finalista al XXIV Festival Nazionale del Teatro per Ragazzi di Padova e vincitore del Premio Titania-San Marino 2006). Ha partecipato come musicista a concerti e trasmissioni radiofoniche e televisive in onda su RadioUno (Premio Tenco 2008), RadioTre (programmi La stanza della Musica, RadioTre Suite, Piazza Verdi e Notte di Lotte-Notte Bianca 2006), Rai2 (I Fatti Vostri), Rai3 (Concerti del Primo Maggio 2006 e 2007 a P.zza San Giovanni, Parla con me, Per un pugno di libri), Canale 5 (Il senso della vita). È coautore, insieme a Matteo D’Agostino, Roberto Boarini e Ascanio Celestini delle musiche del documentario Parole Sante, di Ascanio Celestini, prodotto dalla Fandango e presentato, in anteprima, in concorso alla Festa del Cinema di Roma 2007



     
DOMENICA 14 AGOSTO – ORE 10.00
LOCALITÀ “MONTE AUTORE”: MONTE LIVATA, SUBIACO


VIOLA ASSOLO
ASCOLTARE LA MONTAGNA

UN APPUNTAMENTO ISPIRATO DALLA MUSICA DI BACH NELL’ASCOLTO DELLA NATURA

LORENZO SBARAGLIA
Si è diplomato in Viola con il massimo dei voti, presso il Conservatorio "A. Casella" de L'Aquila con G. Manilla, e perfezionato sotto la guida del Maestro F. de Melis, in Musica Jazz ed in Violino presso lo stesso conservatorio. Si è perfezionato presso l’Accademia di Pinerolo con il Maestro D. Rossi. Ha seguito Master Classes con Y. Bashmet, B. Giuranna. Ha partecipato ai corsi per professori d’orchestra nell’Orchestra Giovanile Italiana, suonando sotto la guida di direttori quali G.G.Rath, Y.Ahronovitch,O.Wilkins, G.Noseda e  G.Ferro nei ruoli di prima parte e di concertino della fila delle viole, e nell’International Orchestra Istitute Attergau, un'orchestra giovanile patrocinata dalla Vienna Philharmonic Orchestra con i direttori d’ochestra M.Viotti e M.Jansons. Risulta idoneo all'audizione per prima e viola di fila indetta dal teatro G.Verdi di Sassari e all’audizione per viola indetta da "I Solisti Aquilani" con i quali ha partecipato a numerosi concerti in Italia ed all' estero ed a varie incisioni discografiche. Ha collaborato inoltre con l'orchestra "L.Cherubini" di Piacenza in numerosi concerti in importanti festival Italiani (Ravenna ,Ravello) ed esteri ( in Spagna, in Croazia) sotto la direzione dei maestri R. Muti, Y. Temirkanov, A. Lonquich. Collabora con l'Orchestra Regionale del Lazio e con l’Orchestra “Città Aperta” de L’Aquila. Nell’ambito della musica da camera è componente dell’Anthea String Trio con il quale si è perfezionato presso l’Accademia di Firenze con P.N.Masi, ha partecipato a vari concerti in Italia ed a l’estero (Palestina), ed ha vinto il primo premio al concorso nazionale Flegreo a Napoli. Nella musica contemporanea ha inciso musiche di Albino Taggeo per la Phoenix. Nella musica pop moderna ha fatto parte della band di Fiorella Mannoia nell’ Acoustic Tour 2010 di 70 concerti in tutta Italia e nell CD il “Tempo e l’Armonia”. Insegna Violino presso il Luogo Arte Accademia Musicale, di cui è anche Co-direttore Artistico.




     
mercoledì 18 AGOSTO – PIAZZETTA DI VIA BAGNANI

ORE 20.30 - CONCERTO DELL’ACCADEMIA: FLAUTO E CLARINETTO
 
Flauto, Olma Landri Clarinetto, Francesca Tardio


ORE 21.30 - AQUÍ ME ENCUENTRO! IL FLAMENCO
“Aquí Me Encuentro!” vuol dire “Eccomi Qui!”, è lo spettacolo dove Matteo D’Agostino mette a nudo la sua sensibilità di interprete e di compositore. È una dichiarazione di amore per la musica e per un genere musicale, il flamenco, al quale il chitarrista è dedito da più di 15 anni. Questo progetto musicale è il punto in cui si incontrano tutte le influenze musicali che D’Agostino ha assorbito e che negli anni lo hanno emozionato, prendendo la forma del flamenco, la musica con cui risuona di più attualmente. Il concerto quindi si presenta come un insieme di composizioni originali, basate sulle forme degli stili musicali flamenchi (palos) più conosciuti, come Buleria, Alegrias, Tangos, Rumba, ecc. il tutto influenzato da altri generi musicali come il jazz, bossa-nova, musica classica.

Il Flamenco, è una cultura popolare, fatta di terra, di sole e di mare, come l'Andalusia. È la cultura con cui un popolo, quello gitano, ha saputo riscattare la sua condizione di segregazione, creando un'arte che veicola sentimenti profondi e stati d'animo che vanno dal primitivo al sublime. È una musica che ha saputo essere colta ed influenzare compositori come Isaac Albéniz, Joaquín Rodrigo, Manuel de Falla. È divenuta poesia, passando per le mani di Federico García Lorca e Rafael Alberti. È una danza forte e suggestiva. È una cultura viva, che tuttora permea profondamente il sud della Spagna e i suoi abitanti.
 
Chitarra, Matteo D’Agostino
 
Percussioni, Franco Bianco

curriculum

 
 
MATTEO D’AGOSTINO
 
Studia jazz con il maestro Lello Panico e collabora con varie formazioni di Blues e Jazz. Studia flamenco con il maestro Manuel Santiago e comincia la sua attività musicale in ambito teatrale, come compositore e interprete delle musiche per gli spettacoli di Ascanio Celestini, con il quale si esibisce nei teatri: Argentina, il Valle, l'Eliseo, l'Auditorium di Roma e il Piccolo Teatro di Milano e in trasmissioni televisive su Stream tv,Rai 1, Rai 2, Rai 3, Canale 5. E' autore delle musiche degli spettacoli teatrali Fine del mondo (2000), Radio Clandestina (2000), Cecafumo(2001), Appunti per un film sulla lotta di classe (2006), Fila indiana (2010) di Ascanio Celestini. Collabora con Radio Rai 3 per "Radio Clandestina", "Il tempo del lavoro" e "Cento Lire" in onda su teatri sonori, e per la serie di racconti radiofonici "Racconti Minonti Buffonti", "Il tempo del Lavoro" e “Bella Ciao”. Collabora al progetto discografico "Piccole Risonanze" incidendo per il Cd "Le mele" e “Gli Alberi”. Cura l'edizione delle musiche del Cd allegato ai libri "Cecafumo" e "Radio Clandestina" di Ascanio Celestini editi da Donzelli. Organizza al Teatro Vascello la rassegna "Tum Tac Bum - spettacoli e laboratori al ritmo del tamburo". Organizza per il comune di Ciampino la rassegna teatrale “Festa Festa”. Nel 2003, 2004, 2008 e 2009 si esibisce al Festival de Liegi (Belgio) e al  Théâtre Nacional di Bruxelles, nel 2005 al teatro Nacional de l'Havana, nel 2010 e 2011 al Théâtre de la Ville di Parigi. Compone ed esegue le musiche per il documentario “Senza Paura” e "Parole Sante" prodotti dalla Fandango. Nel 2010 firma le musiche di Pecora Nera, il film d'esordio di Ascanio Celestini, in concorso alla 67ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Nel 2010 debutta al Teatro Greco di Roma con lo spettacolo "El Alma Al Aire", di cui scrive le musiche, della compagnia di danza El Rio Andaluz di Sabrina Logué. 2011 Debutta con gli spettacoli di Ascanio Celstini Canzoni Impopolari e Il Razzismo è una brutta storia, di cui firma le musiche. Ha collaborato tra gli altri con: Sabina Guzzanti, Paola Cortellesi, Frankie Hi Nrg, Vincenzo Cerami, Moni Ovadia. Compone e esegue musiche per varie Compagnie di danza Flamenca, tra cui El Rio Andaluz Di Sabrina Logué, la Barraca, Flamenco Lunares di Carmen Meloni, Claudio Javarone, la Compagnia di Caterina Costa.
 
 
FRANCO BIANCO - Percussionista e batterista. Inizia a suonare molto giovane in gruppi locali e nel 1988 si trasferisce a Londra, dove riceve una borsa di studio del MUSICIAN'S INSTITUTE Sempre a Londra suona con gruppi di diverso genere, dal Jazz al Punk (LAST OF THE TEENAGE IDOLS) o al funk (FREEDOM SLAM). Tornato in Italia, divide il suo tempo tra l'insegnamento, i turni in TV y lle tourneé in Italia e Europa. Entra in contatto il flamenco tramite il chitarrista spagnolo MANUEL SANTIAGO e fa parte di diverse formazioni di flamenco italiane (CATERINA COSTA, Juana Calà, La Morería) e europee (FLAMENCO EN ROUTE). Nel 2004 si trasferisce a Madrid, dove risiede tuttora, e suona in teatri come CASA PATAS oltre a integrarsi in alcuni dei gruppi più importanti della capitale spagnola: Pilar Tavora, La Truco, Antonio y Manuel Reyes, Malucos Danza, José Greco, Inmaculada Ortega, Yolanda Gaviño, La Tati, Cristobal Reyes, Andre Heller's Magnifico, Interwoven, Los Vivancos.
 
 
 
 
Privacy Policy
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu