Vai ai contenuti
ESCI
musica, scuola e festivals
ESCI
sabato 21 maggio 2022 presso l'Aula Magna del Liceo Artistico Statale "Michelangelo Buonarroti"
TRE TURNI: 9.00 - 10.00 - 11.00

Evento realizzato dagli Studenti del Dipartimento di Scenografia per il progetto "ESCI", laboratorio multimediale sulla musica e l'arte del futurismo a cura del Luogo Arte Accademia Musicale.

Segui il profilo Instagram dell'evento creato dagli Studenti.

Link del sondaggio.

Sito dell'Istituto (articolo sull'evento).

SUL PROGETTO
Approfondimento per l'indirizzo di Scenografia
Musica, costumi e spettacolo per l'indirizzo di Scenografia

È in svolgimento, presso i locali del Liceo artistico “Michelangelo Buonarroti”, il corso di approfondimento “Musica, costumi e spettacolo” ideato in collaborazione con Flavia Di Tomasso, Responsabile del Luogo Arte Accademia Musicale di Latina e caratterizzante l’indirizzo di Scenografia della scuola.
Il corso è finalizzato ad arricchire il curriculum della scuola che già prevede le discipline di progettazione e laboratorio di Scenografia in cui gli alunni hanno la possibilità di ideare e realizzare scenografie e costumi riferiti ad opere teatrali, cinematografiche e televisive.
Con questo approfondimento, gli alunni della scuola stanno sperimentando la progettazione e la realizzazione di uno spettacolo musicale in cui potranno cimentarsi anche nell’interpretazione dei ruoli dei protagonisti stessi dell’evento, grazie all’apporto specialistico fornito dal
Luogo Arte Accademia Musicale.
Gli esperti che interverranno nel corso sono Marilena Seminara, musicologa, Pierluigi Coggio, esperto di Musica Elettronica, e Dario Ciotoli, cantante ed esperto di vocalità, e la stessa Flavia Di Tomasso che cura il laboratorio di Organizzazione Eventi all'interno del progetto.
Il tutto è finalizzato alla realizzazione di un evento musicale finale che prevede anche la progettazione e la realizzazione di scenografie e costumi ideati, con la guida del Prof. Dario Di Berardino, rielaborando gli spettacoli di danza e musica prodotti nella scuola del Bauhaus, nata a Weimar, in Germania nel 1919.
Le attività previste riguardano esercizi di vocalità , di respirazione, esercitazioni su come si utilizzava la voce nella musica futurista  e su come si interpreta la punteggiatura con la voce.
Alcuni moduli riguarderanno le strategie di progettazione e realizzazione di un evento musicale.
Gli alunni, inoltre, saranno guidati nella conoscenza e nell’uso del software di sound editing Cubase e nelle prime elaborazioni su un frammento iniziale del brano Angel composto da uno degli allievi e proposto dai ragazzi stessi.
Esplorando la parola "Tempo",  si inviteranno  gli studenti ad associare una suggestione che si trasformerà in musica, nel corso di un’ improvvisazione guidata.

Gli studenti hanno realizzato alcune tracce audio registrate in ambiente domestico e potranno utilizzare il "materiale sonoro" come mezzo per modificare una composizione condivisa, oltre sonorizzazioni e vocalizzi vari per produrre "materiale sonoro" da investire nella produzione artistica.
Il progetto è finalizzato a stimolare la conoscenza dell’interiorità di ogni allievo e delle capacità creative più profonde. Inoltre, ha come obiettivo fondamentale quello di rendere gli alunni consapevoli dell’esistenza di una continuità metodologica ed espressiva che esiste tra le arti sperimentata, in questo spazio, tra musica ed arti visive applicate al disegno di scenografie e costumi.

Si ringrazia per questa opportunità la Dirigente Anna Rita Leone, la Prof.ssa Paola Parziale per il coordinamento, la Prof.ssa Antonella Petrocchi per l'accostamento, il Prof. Dario Di Berardino per la collaborazione, i professori Simonetta Maria Alessandroni e Raimondo Failla e gli Studenti (in ordine alfabetico): Arianna Di Dona, Giada Di Sotto, Giada Fiorucci, Edda Forte, Maria Giovanna Gambino, Lorenzo Giannangeli, Francesco Iacomussi, Alex Iancu, Enea Kedim, Giada Pacassoni, Ginevra Paciello, Veronica Pontecorvi, Christine Maria Principi, Alessio Renda, Gaia Screti, Beatrice Sonnino.

COSA SCRIVE SUL PROGETTO MARILENA SEMINARA, MUSICOLOGA, CURATRICE DELLA PARTE STORICA ED ESTETICA
Cosa si potrebbe mai imparare dal linguaggio artistico dei futuristi? Ve lo racconto con l' entusiasmo di chi ha avuto l'opportunità di condividere un progetto stimolante, innovativo, animato da creatività grafica, sonora e tattile. Abbiamo ricordato tutti, studenti e docenti, l' importanza di USCIRE!!! Abbiamo destato un'immaginazione senza fili per vivere tutte le vibrazioni possibili, dentro e fuori di NOI. Perché scegliere un unico linguaggio se possiamo tuffarci in una caleidoscopica POLIESPRESSIONE simultanea del nostro MONDO? La routine ci ingabbia, la cultura della cancellazione punta alla disconoscenza e deturpa le nostre identità? I Manifesti dei Futuristi sono ancora qui per noi! Cogliamo le loro PROVOCAZIONI! Ci urlano CURIOSITÀ, voglia di OSARE e SPERIMENTARE, ci invitano a rincorrere il nostro domani. Grazie ragazzi per questo viaggio! Con Marinetti, ci ritroviamo lì, "ritti, sulla cima del mondo" a scagliare ancora una volta "la nostra SFIDA ALLE STELLE".

COSA SCRIVE SUL PROGETTO DARIO CIOTOLI, ESPERTO DI VOCALITA'
Ho avuto il piacere di seguire conoscere i ragazzi in una lezione sulla tecnica vocale. È stato un incontro di inaspettato piacere! Con l’idea di scoprire nuove sonorità vocali ho voluto sottolineare come la voce sia strettamente legata alle emozioni e di come essa muta a secondo di ciò che si prova. In questa unione tra voce ed emozioni ho scoperto un’ammirevole disponibilità dei ragazzi a mettersi in gioco e ad esplorare se stessi oltre ad un enorme desiderio di esprimersi e esternare paure, gioie e dolori. Grazie del bel regalo, ragazzi!

COSA SCRIVE SUL PROGETTO PIERLUIGI COGGIO, ESPERTO DI TECNOLOGIA DEL SUONO
Entrare in contatto con nuove realtà umane ed artistiche mi ha sempre entusiasmato perché  mi da la percezione di come il modo di esprimere la creatività cambi nel tempo utilizzando le nuove tecnologie che via via che si sviluppano forniscono nuovi strumenti  a chi fa dell'arte la propria scelta di crescita e quindi di vita. È stato molto soddisfacente vedere l'entusiasmo e la meraviglia durante le lezioni di sound designer in cui si giocava con i suoni scolpendoli e dipingendoli come fosse creta nelle mani di uno scultore.

COSA SCRIVONO GLI STUDENTI SULL'EVENTO
UN SALTO NEL FUTURISMO " ESCI"
Presso il Liceo Artistico Statale di Latina "Michelangelo Buonarroti", dei ragazzi dell'indirizzo Scenografia/Pittorico, prendono parte ad un progetto intrigante inerente al FUTURISMO, prima di codesto, nessuno dei presenti risulta avere alcuna conoscenza di questo movimento letterario, culturale, artistico e musicale italiano dell'inizio del XX secolo, nonché una delle prime avanguardie europee.
Questo rende il tutto ancora più interessante e coinvolgente.
Ogni persona prendendo parte al corso ricopre una task specifica, affinché tutti lavorino per uno spettacolo finale ,che si terrà il 21 maggio nell'aula magna dell'Istituto.
In seguito i ragazzi sono invitati a porre una risposta più che spontanea e meno costruttiva possibile alla domanda "che cosa ti trasmette la parola Futurismo a primo impatto, in 3 secondi che cosa sapresti dirmi? "
Le risposte date sono uniche ,aprono un dibattito e vengono utilizzate come materiale per comporre una poesia ( protagonista dello spettacolo) accompagnata da sonorità particolari che rimandano al futurismo.
Ogni ruolo sembra ricoprire gli interessi come i tratti emotivi e caratteriali di cui dispone la persona.
Questo porta a sviluppare e svilupparsi in un contesto organizzativo ,che impegna ma svaga al contempo stesso.
È un progetto di formazione non solo scolastica ma anche emotiva/sociale.
C'è chi ha legato durante questo progetto e chi si è ritrovato a restaurare un rapporto fiduciario con i propri colleghi.
La morale?
Tutti ne escono un po' futuristici!!!
(E.K.)

SCALETTA DELL'EVENTO
- Presentazione del progetto a cura della Dirigente Anna Rita Leone del Liceo Artistico Statale di Latina "Michelangelo Buonarroti" e il Direttore del Luogo Arte Accademia Musicale Flavia Di Tomasso.
- Film muto
- Installazione artistica sulle arti grafiche e il progetto sonoro
- Il Modellismo nel Futurismo
- Reportage
- Saluti

RUOLI
Regia: Giada Fiorucci
Coordinamento: Giada Di Sotto
Assistente alla regia: Edda Forte
Grafica: Christine Maria Principi
Realizzazione del promo e del reportage: Giada Di Sotto, Edda Forte
Realizzazioni grafiche e pittoriche: Christine Maria Principi, Giada Pacassoni, Arianna Di Dona, Ginevra Paciello, Enea Kedim
Realizzazione dei modelli: Giada Fiorucci, Christine Maria Principi, Arianna Di Dona, Giada Pacassoni
Realizzazione del film muto: Arianna Di Dona, Giada Di Sotto, Edda Forte
Realizzazione del progetto sonoro: Francesco Iacomussi, Enea Kedim, Gaia Screti, Maria Giovanna Gambino, Edda Forte, Giada Di Sotto
Presentazione dei progetti e conduzione evento: Beatrice Sonnino, Lorenzo Giannangeli
Fonica: Alex Iancu
Public relation e social: Maria Giovanna Gambino, Edda Forte, Enea Kedim, Veronica Pontecorvi, Giada Fiorucci, Lorenzo Giannangeli, Christine Maria Principi, Beatrice Sonnino, Giada Di Sotto
Maschere: Veronica Pontecorvi, Ginevra Paciello
Trucco: Veronica Pontecorvi, Ginevra Paciello, Enea Kedim
Staff: Alessio Renda

ESCI
Autore del testo: Enea Kedim

Angoscia
Rimbomba
Angoscia assale

Siamo l'unica cura
Se non lo stesso veleno

Leggerezza
Ci viene privata
Ce ne priviamo

Il Diluvio

Incediarsi di speranze
Speranze incendiate
Nostalgia illusoria
Nostalgia dimenticata
Viviamo le sensazioni dei dispersi
Dispersi nel tempo
Dispersi in noi stessi
Angoscia

L'assenza di forza
L'assenza di voglia

Loop
Travolgiamolo
Prima  che codesto ci travolga!
Abbattiamolo
Per non essere abbattuti!
Ricerchiamo un ricordo ormai perso
Perso ..
Perso ..
Perso chi sa dove !
Conquistiamo un nuovo ricordo
Un ricordo che sia nostro
Che ci avvolga il tempo
E viviamolo al contempo
Stanchi di vivere in una luce spenta
Illuminiamo


MUSICHE

Il sonoro del promo è un frammento da:
LUCIANO BERIO "Sequenza III for female voice" (1966)
Laura Catrani, voice

Progetto sonoro:
FRANCESCO IACOMUSSI  "a n g o s c i a " (2021)




5.0 / 5
1 recensione
1
0
0
0
0
Flavia Di Tomasso
03 Mag 2022
Lavorare con questi ragazzi è un'esperienza preziosa!! Grazie
Torna ai contenuti